Alcuni di voi probabilmente conosceranno la fastidiosa sensazione di vedere calare la pelle della palpebra sugli occhi, con il passare degli anni, dando allo sguardo e al volto in generale un’aria molto più matura e appesantita di quanto in realtà sia. L’intervento di Blefarocalasiblefaroplastica può risolvere il problema. Può essere richiesta sia per fini prettamente estetici, sia per motivazioni funzionali, in quanto molto spesso la pelle eccedente crea dei veri e propri fastidi a chi ne subisce il calo. La Blefarocalasi è uno degli interventi di lifting antirughe più richiesti, sia dagli uomini che dalle donne.

Cos’è la Blefarocalasi

La blefaropastica, detta anche blefarocalasi, è l’intervento attraverso l’esecuzione del quale è possibile eliminare la pelle in eccesso che si forma andando avanti negli anni e che riguarda sia le palpebre superiori sia quelle inferiori e le ernie composte da grasso che formano quelle che sono note come borse intorno agli occhi.
La blefarocalasi è un intervento che può essere eseguito in vari modi, ad esempio in maniera completa, solamente sulle palpebre superiori o esclusivamente sulle palpebre inferiori, può essere trans-congiuntivale o può avvenire persino con rimozione del tessuto osseo.
La blefarocalasi è un intervento che va esaminato e valutato esclusivamente dal medico professionista e solo lui sarà in grado di dire come esso possa essere eseguito e quali saranno le cure alle quali ci si dovrà attenere durante la dase di post operatorio.

Come viene eseguito l’intervento di blefarocalsi e il post operazione

L’intervento può essere eseguito in diverse modalità, quasi sempre con anestesia locale. La palpebra può essere incisa con la lama, con il laser o con apparecchi per radiofrequenze. La blefarocalasi, che deve essere eseguita in modo professionale, dura dai 40 minuti alle due ore in base alla situazione e non lascia cicatrici: gli effetti durano all’incirca dieci anni e il lavoro può essere ritoccato, garantendo, in ogni caso, un aspetto molto più fresco e giovane.

Il chirurgo eseguirà un intervento durante il quale separerà il tessuto adiposo e muscolare da quello cutaneo, eliminando le parti eccedenti.
Saranno presenti appunto delle suture che seguiranno le pieghe naturali dell’occhio e che saranno prontamente rimosse dal medico; durante la degenza sarà necessario utilizzare un collirio e una pomata. Potrebbero verificarsi alcuni effetti collaterali quali gonfiore e lacrimazione, ecchimosi e discromie cutanee, raramente avverranno fastidi di maggiore intensità e il paziente potrà stare tranquillo, poiché passeranno tutti nel giro di qualche giorno.
Le lenti a contatto possono essere indossate dopo circa dieci giorni ed è meglio non truccarsi fino alla completa rimozione delle suture. E’ infine consigliato di proteggere gli occhi con degli occhiali scuri subito dopo l’intervento.

I risultati saranno visibili dopo circa due settimane.

Prenota ora la tua
VISITA GRATUITA

800 401 552

Oppure mandaci un messaggio e prenota tramite e-mail.


Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google.

NEWSLETTER MICENTER