Perché la pelle invecchia
I diversi fattori di invecchiamento

Occupandoci di bellezza sappiamo bene quale sia uno dei principali nemici contro cui combattere: l’invecchiamento cutaneo e tutte le sue manifestazioni.
Si tratta di un fenomeno fisiologico assolutamente naturale, che riguarda tutti: con il passare degli anni la pelle cresce, matura e invecchia.
A determinare questo cambiamento, però, possono influire, accelerandolo, anche alcuni fattori esterni, i cui effetti vanno a sommarsi a quelli dei normali processi fisiologici.

Cerchiamo di capire, allora, quali sono i meccanismi alla base dell’invecchiamento cutaneo, partendo proprio dalla distinzione dei fattori scatenanti.

Invecchiamento cutaneo intrinseco ed estrinseco
Suddividiamo i fattori che determinano l’invecchiamento cutaneo in due categorie principali:
• fattori di invecchiamento intrinseci: sono tutte quelle caratteristiche relative all’invecchiamento che sono scritte nel nostro DNA. In questo caso è la genetica a determinare i tempi e i modi in cui la pelle invecchierà.
Da questo punto di vista, c’è chi è più fortunato e, chi purtroppo, lo è meno. In ogni caso, cosmesi e medicina estetica sono validi aiuti per tutti coloro che vogliono prevenire i segni del tempo o porvi rimedio;
• fattori di invecchiamento estrinseci: in questo gruppo rientrano tutti quei fattori esterni che sono in grado di influenzare la salute e la vitalità della pelle, come l’inquinamento, l’esposizione al sole incontrollata, le cattive abitudini alimentari e uno stile di vita non sano, comprendente stress, fumo e alcool.
Quando si ha a che fare con loro, anche il potere di una buona predisposizione genetica può venire meno.
Molti dei segni che vediamo sulla nostra pelle, infatti, sono presenti a causa dell’azione congiunta del tempo e di questi fattori esterni.

Come invecchia la pelle
Il naturale processo di aging prevede che, con il passare degli anni, la pelle perda man mano la sua capacità di rinnovamento cellulare; in concomitanza a questo, i fibroblasti tendono a produrre sempre minori quantità di quelle sostanze che costituiscono la struttura portante della pelle – acido ialuronico, collagene ed elastina – e lo strato di grasso sottocutaneo si assottiglia.
Negli anni la pelle diviene, quindi, meno attiva e sostenuta, apparendo più sottile, secca, dal colorito spento, segnata da rughe e tendente a rilassarsi.
Anche l’attività dei melanociti cambia nel tempo: questi perdono la loro capacità protettiva nei confronti dell’azione dei raggi del sole, per cui la pelle diventa più suscettibile agli effetti dannosi delle radiazioni solari – in età avanzata, infatti, aumenta il rischio di tumori della pelle.
Ma non solo: si possono venire a formare degli aggregati di melanociti particolarmente attivi che in caso di stimolazione da parte dei raggi UV possono originare le tipiche macchie da iperpigmentazione.



Prenota un appuntamento
Visita Gratuita, Clicca per chiamare
+393477191486
WhatsApp
oppure Invia la richiesta compilando il modulo, verrai contattato dal centro più vicino.

I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.