Seno tonico e sodo
I segreti per un seno perfetto

Avere un seno tonico e sodo è il desiderio di molte donne che, soprattutto dopo una certa età vedono il loro seno perdere di tonicità. In questo articolo proveremo a darvi qualche piccolo consiglio da seguire fin da giovani per mantenere un seno tonico e sodo anche con il passare del tempo.

seno perfetto

Prima di procedere dobbiamo però fare una premessa: avere un seno tonico non significa aumentarne il volume. Se il tuo desiderio è quello di acquistare qualche taglia in più ti consigliamo di rivolgerti alla chirurgia plastica e andare a leggere qualcosa in più sulla mastoplastica additiva.

Se invece vuoi mantenere il tuo seno tonico prosegui pure con la lettura di questo articolo.

Indice

1. Ottenere un Seno Perfetto
1.1 Gli Sport per Tonificare il Seno
1.2 Una Corretta postura

2. Varie Tipologie di Seno

3. La Mastopessi
3.1 L'intervento di Mastopessi

4. La Mastoplastica Additiva
4.1 L'intervento di Mastoplastica Additiva

Seno perfetto: ecco come ottenerlo


Per una donna sicuramente il seno è una parte del corpo molto importante e avere un seno cadente può essere di certo motivo di disagio o può comunque non farci sentire a nostro agio con noi stesse. Inutile dire quanto sia importante per noi donne sentirsi bene nel proprio corpo. Per questo oggi vogliamo darvi qualche suggerimento per mantenere il vostro seno sempre bello, tonico e sodo anche con il passare del tempo.

bikini


Gli sport giusti per un seno tonico


Iniziamo subito con il parlare di una corretta attività fisica che è alla base della nostra salute e della nostra bellezza. Dobbiamo stare attente però a non seguire gli sport sbagliati che invece di rassodare il seno tendono ad appiattirlo.

I migliori sport da seguire sono sicuramente quelli che hanno a che fare con l’acqua quindi il nuoto, ovviamente e l’acquagym.

Il nuoto perché come è noto ha un effetto rassodante su tutto il corpo oltre a favorire la postura, in particolare si consiglia lo stile dorso e il rana.

Anche l’acquagym è un utile alleato per rassodare il seno, ovviamente questa disciplina propone svariati esercizi, meglio puntare su quelli che coinvolgono muscoli pettorali e dorsali.

Se invece non siete amanti dell’acqua potete optare per un bel corso di pilates che aiuta moltissimo a migliorare la postura, cosa che come vedremo successivamente è importantissima per mantenere un seno tonico.

ATTENZIONE: ricordate sempre di indossare un reggiseno sportivo quando praticate sport in modo da sorreggere il seno al meglio.


Perché la postura è importante per mantenere un seno tonico


Una delle principali cause di un seno cadente è sicuramente la forza di gravità, sembra una cosa ovvia ma mantenere una postura corretta con schiena dritta e petto in fuori favorisce il mantenimento di un seno tonico più a lungo. Ricordate di mantenere una postura diritta soprattutto se svolgete un lavoro di ufficio e per questo rimanete sedute molte ore al giorno. Quando camminate invece pancia in dentro e petto in fuori, mantenete le spalle larghe evitando di “insaccarvi”.

Torna all'indice


Le varie tipologie di seno


Sappiamo bene che il seno non è uguale per tutte le donne, ne esistono varie tipologie e anche la conformazione influisce non poco sul mantenimento della sua tonicità. Una volta si diceva che il seno perfetto è quello che entra in una coppa di champagne, oggi possiamo affermare in tutta tranquillità che il seno perfetto è invece quello più adatto al nostro corpo e che ci fa stare bene con noi stesse.

seno piccolo

Ma vediamo insieme quali sono le differenti tipologie di seno. Per un chirurgo plastico che si trova a visitare una paziente esistono in realtà due tipologie specifiche: i seni di anatomia normale, cioè quelli che hanno una forma simmetrica e regolare indipendentemente dalla loro dimensione e i seni di anatomia anormale con mammelle asimmetriche e di differenti volumi. Si parla di anatomia anormale anche nel caso di seno tuberoso che presenta mammelle dalla forma allungata e tubulare o ptosiche a causa di svuotamento e caduta dovuti ad allattamento, gravidanze, peso eccessivo etc.

Dal mondo della moda arrivano invece definizioni fantasiose e bizzarre come ad esempio il seno “east west” con i capezzoli divergenti, “side set” con un maggior volume all’esterno o “tear drop” il famoso seno a goccia che sembra essere tanto di tendenza in questo momento.

Torna all'indice


Mastopessi: risollevare un seno cadente


Se nonostante uno stile di vita sano, praticando sport e tenendo una corretta postura non riusciamo proprio a rassodare il nostro seno che ormai per colpa dell’età o a causa di gravidanze, allattamento o perdita di peso ha perso tono, si può sempre ricorrere alla chirurgia estetica. Grazie all’intervento di mastopessi è possibile risollevare il seno e ritrovare tonicità e rotondità.

Come funziona l’intervento di mastopessi


Essendo un intervento semplice e con brevi tempi di recupero la mastopessi è un intervento molto richiesto. Alla base c’è sempre una visita preliminare con il chirurgo che sceglierà come muoversi in base alle cause che hanno portato alla perdita di tono.

Risultati soddisfacenti, in breve tempo e con poco dolore fanno di questo intervento la soluzione perfetta per chi desidera ritrovare un seno tonico. Ovviamente deve essere sempre svolto da un chirurgo esperto che possa valutare bene il caso clinico e decidere come agire.

In generale però possiamo dire che l’operazione consiste nella rimozione di una parte di tessuto mammario e conseguente unione dei lembi, si svolge solitamente in day hospital con o senza inserimento di protesi mammarie. A volte, in caso il chirurgo lo ritenga necessario e a seconda del risultato che si vuole ottenere può essere svolto anche in concomitanza con un intervento di Mastoplastica Additiva.

Mastoplastica: se le dimensioni contano


Se il vostro problema non è tanto la forma del seno ma la sua dimensione è possibile ricorrere a un intervento di chirurgia plastica di mastoplastica additiva. Si tratta di un intervento che ha lo scopo di aumentare il volume del seno che solitamente viene svolto sia da chi ha il desiderio di aumentare la dimensione del proprio seno sia da chi si trova a convivere con un’asimmetria che può creare problemi psicologici o ancora da donne che hanno perso il volume del seno in seguito a una gravidanza o all’allattamento.

mastoplastica additiva

La mastoplastica additiva non deve essere vista solo come un intervento meramente estetico in quanto il seno è una parte del corpo molto importante per una donna. Da sempre simbolo di femminilità e bellezza, una dimensione troppo piccola o asimmetrie possono dare origini a malessere emotivo generando forte ansia e turbamenti psicologici.

Come funziona un intervento di mastoplastica additiva


Non si tratta di un intervento rischioso, la durata dell’operazione può variare da 50 minuti a 2 ore a seconda del tipo di problema che si deve andare a risolvere. La mastoplastica additiva viene svolta in anestesia locale con sedazione assistita.

Viene pratica un’incisione nella zona che il chirurgo ritiene più idonea in base alla conformazione del seno della paziente in modo da non lasciare cicatrici evidenti e si prosegue all’impianto delle protesi.

La forma e la dimensione delle protesi viene scelta con il chirurgo durante la visita preliminare cercando di rispettare la conformità fisica della paziente. Non c’è bisogno di ricovero e la paziente può tornare a casa una volta terminato l’intervento.

Torna all'indice

Vuoi avere maggiori informazioni sull'intervento di Mastoplastica Additiva?

Vedi la scheda trattamento








Prenota un appuntamento
Visita Gratuita, Clicca per chiamare
+393477191486
oppure Invia la richiesta compilando il modulo, verrai contattato dal centro più vicino.

I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.